Gli Autori

2019

Nel corso della sua quinta edizione il Festival propone in tutto 7 mostre e 4 proiezioni fotografiche che, attraverso un percorso segnalato, permetteranno al visitatore di cogliere la magia della fotografia d’autore in location suggestive e inconsuete di Capo di Ponte.

Ecco gli autori di questa edizione:

GRAZIANO BARTOLINI
“Vaupés – il fiume di stelle e la palma della musica”.
Ermanno Stradelli (Borgotaro, 1852) è stato il più importante esploratore italiano dell’Amazzonia. Bartolini è riuscito a immortalare in modo suggestivo e intimo i rituali sacri del Jurupari, eroe legislatore della mitologia amerindia, la cui importanza per gli indigeni aveva suscitato grande interesse in Stradelli e motivato le sue ricerche sui popoli nativi del fiume Vaupés.
Dove: CittàDellaCultura
Incontro con l’autore: sabato 14 settembre | ore 17.00

STEFANIA ZORZI
“Mädchenspiele – Giochi di bimba”
L’autrice ci guida in una zona dimenticata e al tempo stesso familiare: la nostra infanzia e fanciullezza, in cui le regole del mondo adulto sembrano non esistere. Questa mostra si rivela un viaggio di scoperta infantile, che passa attraverso il mondo della fiaba, potente metafora della vita quotidiana, e del gioco, necessario per la conoscenza di se stessi.
Dove: Casa Briscioli
Incontro con l’autore: domenica 15 settembre | ore 20.30

RICCARDO ARZAROLI
“Fotografia del nulla”
Immagini di “oggetti” (naturali e non) cui normalmente non diamo alcun peso, oggetti che incontriamo più o meno quotidianamente nella nostra vita, dentro o fuori casa, oggetti ingiustamente sottovalutati vista la loro bellezza che, se non ci soffermiamo ad osservarli, non riusciamo a cogliere. Sempre più necessaria appare la volontà di fermarsi e osservare, senza passare oltre per fretta o disinteresse.
Dove: CittàDellaCultura
Incontro con l’autore: lunedì 16 settembre | ore 20.30

GRAZIANO FILIPPINI
“Claustrofobia”
Claustrofobia come paura patologica, ma anche come senso esasperato e inconsolabile di solitudine e frustrazione. Luoghi spopolati da una umanità indifferente dove l’immobilità diventa implacabile e una via di fuga inverosimile. Desolazione, noncuranza, chiusura di spazi come specchio di una quotidianità guasta, vuota. Creare lo scatto, manipolare il reale per consegnarci un’opera drammaticamente surreale.
Dove: Casa Malaguzzi
Incontro con l’autore: martedì 17 settembre | ore 20.30

FRANCESCA MUSARÒ
“Dove il caos non fa rumore”
È tutto il contrario di tutto. È la polvere che si mescola al rumore dei clacson in un groviglio di macchine, biciclette, tuo tuo che si fanno strada nei vicoli e dentro l’anima. È lo sguardo profondo di cani, bambini, anziani dentro ai quali ti perdi. Per poi ritrovarti. È un groviglio di energie tanto intense da spostarti il baricentro e anche l’anima. È il luogo dove tutto è possibile. Dove il caos non fa rumore. È l’India. Che non si può dimenticare.
Dove: Oratorio Villa Sacro Cuore
Incontro con l’autrice: mercoledì 18 settembre | ore 20.30

ROSARIO CASSALA
“Prigionieri del silenzio. Viaggio nei manicomi calabresi”
Negli istituti venivano rinchiuse persone con problemi mentali ma anche senza famiglie, donne sole, bambini non voluti o con handicap, indigenti. Poca è la documentazione fotografica su questi centri nel sud. Questo reportage ha una grande valenza storica oltre al merito di non essere mai aggressivo, di non offendere la dignità delle persone riprese e di voler affrontare il problema dei centri di igiene mentale, i manicomi, con grande lucidità.
Dove: Pieve di San Siro
Incontro con l’autore: giovedì 19 settembre | ore 20.30

ISMAELE BULLA
“Vegur”
L’Islanda è paesaggi incredibili, natura potente e incontaminata, forti contrasti e panorami mozzafiato. L’Islanda è anche le sue strade. Percorsi sconfinati, su strade spesso deserte, attraversano una terra non sempre facile per chi la vive, ma straordinariamente sorprendente per chi è alla ricerca di una natura sfacciata e affascinante che inevitabilmente ti rimette… sulla tua strada.
Dove: Fienile
Incontro con l’autore: venerdì 20 settembre | ore 20.30

UGO PANELLA
“I sotterranei dell’umanità” (proiezione fotografica)
Questa proiezione racconta di vite vissute tra conflitti civili e zone oscure che non hanno una voce né visibilità mediatica. Immagini estrapolate da altrettanti reportage realizzati per magazine italiani ed esteri, situazioni di vita e incontri umani, frazioni di esistenze di popolazioni che subiscono l’arroganza del potere e che sono spogliate di ogni diritto dagli interessi economici e geopolitici di chi decide le sorti del mondo.
Dove: Falegnameria – Casa Briscioli
Incontro con l’autore: sabato 21 settembre | ore 20.00